Protezione civile

Misure restrittive contenimento contagio Covid-19

In base al nuovo decreto legge del Governo e all’ordinanza firmata dal ministro della Salute, da lunedì 15 marzo il Lazio è in “zona rossa”. Sono vietati gli spostamenti dalla propria abitazione se non per comprovati motivi di lavoro, salute o necessità. Le stesse regole valgono per l’accesso agli uffici comunali; diversamente, si devono utilizzare il telefono e la posta elettronica. Continue reading

Buoni spesa alimentare e medicinali

Avviso pubblico per l’erogazione di buoni spesa finalizzati a fronteggiare le esigenze primarie legate all’approvvigionamento di generi alimentari e beni di prima necessità. Per ricevere i buoni bisogna possedere i seguenti requisiti: Continue reading

Restrizioni alla mobilità durante le festività

Dal 21 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021 è vietato, nell’ambito del territorio nazionale, ogni spostamento in entrata e in uscita tra i territori di diverse regioni o province autonome, e nelle giornate del 25 e del 26 dicembre 2020 e del 1° gennaio 2021  è vietato altresì ogni spostamento tra comuni, salvi gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute. Continue reading

Limitati gli spostamenti notturni

Dal 23 ottobre, nel Lazio, dalle ore 24:00 alle ore 5:00 del giorno successivo sono consentiti esclusivamente gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative (a titolo esemplificativo: il tragitto domicilio, dimora e residenza verso il luogo di lavoro e viceversa), gli spostamenti motivati da situazioni di necessità o d’urgenza, ovvero per motivi di salute. La sussistenza delle situazioni che consentono gli spostamenti in tale arco temporale incombe sull’interessato tenuto ad attestarlo con dichiarazione resa ai sensi degli articoli 46, 47 e 76 del D.P.R 28 dicembre 2000, n. 445. [Scarica il modello di autodichiarazione]

Prevenzione incendi boschivi periodo massima pericolosità

Constatato che, in particolare nella stagione estiva, il fenomeno degli incendi boschivi inclusi quelli che si propagano anche su aree di interfaccia urbano-rurale, provocano gravi ed ingenti danni al patrimonio forestale, al paesaggio, alla fauna e all’assetto idrogeologico del territorio comunale, nonché rappresentano un grave pericolo per la pubblica e la privata incolumità, fino al 30 settembre si ordina quanto segue: Continue reading