Protezione civile

Protezione civile: nasce il gruppo intercomunale

La Comunità montana “Sabina” ha istituito il Gruppo intercomunale volontari di Protezione civile, riconoscendo al Gruppo comunale volontari di Casperia la trasformazione in nucleo costituente la struttura e l’organizzazione del costituendo gruppo intercomunale. Ciò al fine di rispondere alle esigenze emerse dal territorio ed aderire a quanto richiesto dalla Regione Lazio per l’attivazione dei piani intercomunali di protezione civile. Continue reading

Sciame sismico 2016 – Convocazione destinatari ordinanze

Le persone interessate dalle Ordinanze sindacali di seguito elencate, sono convocate per il giorno 6 febbraio 2017 alle ore 11,30 presso il Comune di Casperia – aula consiliare, per chiarimenti in merito:

Protezione civile attivata per il terremoto

Fin dalla prima scossa sismica di stamattina, l’edificio scolastico dell’Istituto comprensivo di Casperia è stato evacuato, come previsto dal piano di protezione civile, e resta chiuso fino a giovedì 19 gennaio (ordinanza n. 4/2016). La situazione è sotto controllo. Per contattare gli uffici comunali telefonare al numero 0765.639135 (ufficio Protezione civile, piazzale Oddo Valeriani).

Rianimazione cardiopolmonare e utilizzo defibrillatore

Il Comune di Casperia, in collaborazione con il “Salvamento Point Piccoli Principi”, organizza un corso di formazione di cinque ore per l’orientamento nel primo soccorso e l’utilizzo del defibrillatore. Il corso si terrà nella palestra comunale domenica 12 febbraio alle ore 14. Ai partecipanti verrà rilasciato l’attestato valido di  “Operatore di rianimazione cardiopolmonare” che autorizza il possessore all’uso del defibrillatore. Continue reading

Terremoto: il paese è sicuro, patrimonio a rischio

In seguito allo sciame sismico il comune di Casperia ha avviato una serie di misure per garantire la sicurezza della popolazione e la tutela del patrimonio culturale. Da oltre due mesi è chiusa la chiesa di S. Maria in Legarano, le cui lesioni si aggravano ad ogni scossa; l’amministrazione ha chiesto alla soprintendenza di trasferire le opere d’arte nella chiesa della Ss. Annunziata. Lesionata in parte anche la chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista, chiusa in attesa di più approfondite verifiche. Continue reading